I sistemi Passiv Haus di Zanier serramenti in legno

L’ultimo articolo di questa prima serie dedicata alla Casa Passiva intende presentare, insieme, il serramento serie F9 ed il monoblocco MInt.
Infatti, seppure quest’ultimo abbia intrapreso una propria identificazione diventando un sistema autonomo e scollegato dalla tipologia di serramento installata, è pur sempre vero che la genesi del prodotto è avvenuta contestualmente a quella del serramento ad altissime prestazioni (profilo spessore 112 mm con anima in sughero, valori Ug<0,9 W/mq K).

Il motivo è evidente: le altissime caratteristiche prestazionali del serramento della serie F9 avrebbero potuto essere vanificate se non corrisposte da una adeguata installazione. Per questo il controtelaio secondo cui era stato originariamente concepito il sistema MInt, avrebbe dovuto essere un componente intrinsecamente offerto insieme al serramento. In pratica, il controtelaio sarebbe stato prodotto insieme al serramento e avrebbe rappresentato il sistema di collegamento di questo secondo le modalità di raccordo con la parete. Queste avrebbero potuto essere adeguate di volta in volta e comunque definite in base a spessori e stratigrafie adottate.

home_3
Il progetto PassivHaus, nato più di due anni fa, ad un certo punto subisce una biforcazione e si inizia a pensare l’allora semplice controtelaio in maniera autonoma; in particolare iniziano a definirsi meglio un insieme di problematiche specifiche e relative a questo elemento. Ciò comporterà un allungamento dei tempi di progettazione, ma anche ad una sempre maggiore complessità del sistema in quanto si riuscirà a dare una risposta in termini di efficienza e convenienza a tutto l’insieme di problematiche che verrà sollevato.
Il semplice controtelaio diventerà il sistema MInt: un monoblocco complesso, altamente ingegnerizzato e con dettagli e materiali curati con assoluto perfezionismo. Ogni aspetto costruttivo verrà risolto con la massima cura in maniera ottimale, ogni aspetto tecnico e gestionale relativo alla finitura del foro viene affrontato e corrisposto in modo conveniente per quanto riguarda efficienza e qualità del risultato finale.
Nastrature, guarnizioni, resistenza meccanica, velocità e perfezione esecutiva diventano le caratteristiche peculiari del sistema. un insieme di soluzioni che consentono l’adattamento su misura secondo specifiche esigenze.

La conclusione del progetto PassivHaus che prevedeva portoncini serie 7 e sistema di serramenti serie F9 viene rimandato, il sistema MInt viene proposto autonomamente anche per poter essere fornito con altre tipologie di serramenti.

L’adozione di MInt in abbinata con serramenti F9 rappresenta comunque una soluzione di altissimo livello e che si posiziona per caratteristiche e qualità del prodotto finito al vertice assoluto della categoria.
La soluzione combinata MInt e serie F9 rappresenta una soluzione di serramenti di straordinaria qualità e costituisce la risposta definitiva a tutte le problematiche della casa passiva in classe A+ per aspetti prestazionali, economici e per fattori legati alla scelta ecologica dei materiali da costruzione.

Le caratteristiche delle lavorazioni adottate nel sistema produttivo di Zanier rappresentano una ulteriore garanzia sul livello qualitativo del prodotto.

 

Approfondimento sulla casa passiva…

Serramenti Serie-F9 sviluppati per la casa passiva

In questa serie di articoli dedicati alle costruzioni con caratteristiche energetiche al top di gamma, presentiamo i prodotti messi a punto da Zanier serramenti in legno per dare una risposta concreta alle esigenze tecnologiche di queste costruzioni.
L’attenzione per questi aspetti è nata già molti anni fa, dopo aver perfezionato prestazioni e caratteristiche tecniche dei prodotti di serie è sorta l’esigenza di superare certi limiti di questi definendo un prodotto con caratteristiche innovative e assolutamente superiori.
Il progetto “Passiv Haus” (PH) di Zanier comprende un sistema di serramenti basato su un profilo di nuova concezione e l’intero sistema che ne permette l’installazione ottimale (il monoblocco MInt). Questi prodotti sono stati affiancati da un equivalente sistema di portoncini che ne eguagli le caratteristiche.

home_8

Serramenti F9 perfetti per la bioedilizia ad altissime prestazioni
Il sistema di serramenti messo a punto è la serie F9 con profilo composito di spessore 112mm.

Dal punto di vista tecnico, in una finestra il punto debole per la trasmissione del calore (e quindi per la dispersione) è costituito dal telaio. Il triplo vetro consente di raggiungere valori di trasmittanza Uw estremamente bassi, ma tale prestazione è sempre attenuata dal valore di Ug del profilo del telaio ed in particolare, da un valore di trasmittanza lineare del punto più debole: il perimetro di contatto tra vetro e telaio.
Per risolvere adeguatamente questo problema Zanier ha sviluppato appositamente un profilo in legno composito il cui valore di trasmittanza è migliorato dall’inserimento nel legno di uno spessore di sughero che, insieme allo spessore complessivo (oltre 3cm superiore al profilo della serie F8) ne aumenta enormemente la prestazione complessiva.
Il sughero è inoltre un materiale naturale con prestazioni isolanti tra le migliori in assoluto, ma che unisce a queste rilevanti doti di isolmento acustico, oltre alla leggerezza, che contiene il peso dell’anta realizzata con profili di tali dimensioni.

Altro aspetto considerato attentamente nella progettazione di questo sistema di serramenti riguarda il perimetro di collegamento del vetro. Tale punto debole viene normalmente migliorato nella prestazione grazie all’utilizzo di canaline warm-edge del vetrocamera che sono dotate di speciali materiali igroscopici e isolanti. Nel sistema F9 di Zanier questo punto critico viene protetto attraverso un profilo in alluminio sigillato sulla lastra e, grazie alla maggiore sezione del profilo, il perimetro del vetrocamera posizionato in maniera più ribassata e riparata.

 

serieF9_zanier

 

Dal punto di vista teorico, la prestazione del serramento F9 risultano essere di livello assolutamente superiore: si tratta di un valore Ug del profilo inferiore a 0,9 W/mq K che consente un risultato per il serramento di prova inferiore a Uw= 0,8 W/mq K.

 

Il profilo ottimizzato da 112mm con anima in sughero

Il serramento F9 è un prodotto altamente naturale e a bassissimo impatto ambientale. Il profilo con l’anima in sughero rappresenta una superba espressione della tecnologia costruttiva più moderna in bioedilizia. Oltre alla sostenibilità (il sughero piuttosto che altri materiali sintetici) vengono rivalutate tutte le specifiche caratteristiche peculiari di un materiale naturale e rinnovabile.

Un profilo simile non esiste sul mercato, grazie al controllo totale del ciclo produttivo, Zanier è stato in grado di progettare e riesce a produrre convenientemente questo genere di profilo ad altissime prestazioni.

 

Caratteristiche tecniche:
-Spessore 112mm: adatto ad essere associato agli spessori di vetro più performanti (spessore 48mm = 4+18+4+18+4)
-Profilo: prodotto da Zanier serramenti, composto da 4 lamelle di legno selezionato e giuntato solo internamente, con profilatura adeguata ad accogliere l’anima in sughero.
-Ferramenta interasse 13 (come il serramento F8) cioé con elementi di dimensioni maggiori e robusti: più grandi e resistenti
-Doppia guarnizione termica complanare e, a scelta, terza guarnizione con scopi acustici.
-Trasmittanza termica inferiore a 0.8 W/mq K

Sistema MInt: componente chiave nella casa passiva.

Il progetto di una “casa passiva” ammette vantaggi a livello di comfort e aumento dell’efficienza (risparmio economico nella gestione); inoltre implica aspetti di sostenibilità che portano l’attenzione sugli aspetti della bioedilizia e dell’utilizzo di sistemi costruttivi a bassissimo impatto ambientale. In un progetto di questo tipo, si devono perseguire alcuni principi fondamentali e, nella pratica, fare attenzione a:

– elevato isolamento e massima inerzia termica della parete con valori di sfasamento vicini alle 12h
– individuazione e risoluzione pratica di tutti i ponti termici
– orientamenti adeguati delle aperture e delle ampie finestrature per sfruttare gli apporti positivi di energia
– sistemi di ventilazione forzata, preriscaldamento passivo dell’aria e recupero di energia
– serramenti e sistemi di fissaggio adeguati con valori Uw inferiori a 0,8 W/mq K

 

tiacca_case_in_legno

 

I prodotti messi a punto da Zanier per rispondere alle esigenze della costruzione con caratteristiche “passive” sono stati sviluppati tenendo ben presente tutti questi aspetti per rispondere puntualmente alle specifiche di questo tipo di costruzioni.
Un componente chiave in questa logica di idee è rappresentato dal “monoblocco integrale” MInt. Si tratta di un elemento fondamentale orientato a facilitare enormemente la realizzazione di una “casa passiva” con caratteristiche adeguate. Infatti, i dettagli costruttivi di più difficile costruzione in cantiere e, nello stesso tempo, i punti deboli principali di una costruzione passiva, sono rappresentati dai perimetri di giunzione tra serramento e parete.

Da un lato l’ingente numero di questi punti critici in una costruzione e quindi la oggettiva difficoltà (ed eventuale elevato costo) per la gestirne e la realizzazione in opera (o il controllo puntuale e approfondito).
MInt consente di portare delle soluzioni di altissimo livello qualitativo già pronte in cantiere. Si tratta di soluzioni tecnologiche praticamente impossibili da eguagliare con una costruzione in opera in quanto realizzati con molteplici materiali specifici e lavorazioni automatiche ad alta precisione. Il risultato di questa minuziosa realizzazione è un prodotto di altissima qualità che garantisce l’esecuzione perfetta ed un risultato sicuro.

Utilizzare MInt significa perciò risparmiare tempo, non necessitare di manodopera particolarmente esperta e ottenere un risultato finale a prova di certificazione senza alcun dubbio. Straordinariamente MInt consente di risolvere in maniera ottimale anche i punti più difficili e in assoluto i più ardui per le perdite di carico e ponti termici che si presentano in una casa passiva: la soglia degli scorrevoli di grandi dimensioni, per esempio, è uno di questi punti fatali che MInt risolve in maniera ottimale.

Dal punto di vista progettuale, utilizzare MInt significa ridurre notevolmente lo sforzo tecnico per trovare soluzioni ai ponti termici dell’installazione dei serramenti. Consente di semplificare la fase progettuale e di concentrarsi sull’affrontare altre problematiche.
Economicamente esso consente di ottenere delle economie nella fase esecutiva che compensano il costo della fornitura. Ovviamente, la controparte di questo aspetto è la possibilità di avere un lavoro con finiture dei dettagli di qualità elevatissima.

 

monoblocco-montaggio_2        monoblocco-montaggio_1      monoblocco-dettagli_1

 

In prossimi articoli di questa serie dedicata alla Casa Passiva ritorneremo sull’argomento “monoblocco” integrale MInt in quanto rappresenta un elemento chiave e di fondamentale importanza anche la sua integrazione con il sistema di serramenti adottato.

La Casa Passiva – Zanier serramenti in legno

La “casa passiva” è argomento tecnico di grande attualità e una sfida per l’edilizia contemporanea: costituisce la massima espressione della sempre più diffusa volontà di costruire edifici con requisiti prestazionali energetici di altissimo livello. I costi iniziali più elevati sono giustificati dai numerosi vantaggi che si ottengono, tra cui proprio la possibilità, con il tempo, di recuperare  anche economicamente la maggior spesa.
Il più immediato di questi vantaggi è ovviamente il risparmio energetico che consiste in contenimento dei costi di gestione; ma una casa costruita secondo criteri di qualità possiede un maggiore valore  nel tempo e, non ultime, comporta anche scelte di ordine etico e morale.

 

casa_e_natura
Quella che viene definita “casa passiva” rappresenta il vertice delle soluzioni in questo senso. Indipendentemente da scale di valutazione e dalle certificazioni che si intendono ottenere, con questo termine si individua un edificio la cui caratteristica prestazionale è di riuscire a consumare meno energia di quanta gliene serva e ottenere quindi un bilancio energetico positivo.

Per raggiungere un risultato di questo tipo è necessario sommare un insieme di soluzioni tecnologiche ed accorgimenti che rendono l’edifico un organismo perfettamente simbiotico con l’ambiente in cui viene costruito. Il processo inizia dalla progettazione stessa, addirittura dalla scelta del sito, che influirà nelle scelte progettuali di base: disposizione degli ambienti, livello di esposizione, illuminazione, ombreggiatura. Impianti tecnologici come il solare termico, l’energia fotovoltaica, il recupero energetico nell’impianto di circolazione forzata dell’aria e l’utilizzo di fonti geotermiche sfruttano gli apporti energetici esterni così come lo fanno indirettamente verande, e ampie finestrature.

Fondamentale per un edificio con caratteristiche energetiche “passive” è anche la capacità di non disperdere energia in modo da massimizzare lo sfruttamento di quella prodotta (o magari addirittura  “catturata”) dall’ambiente esterno. L’eliminazione delle dispersioni avviene attraverso una parete altamente isolante e dotata di forte inerzia termica ma anche attraverso l’eliminzazione di ogni possibile fonte di dispersione costituita dai punti deboli della parete cioé i serramenti ed in particolare il collegamento tra questi e la parete.


Daremo avvio ad una breve serie di articoli dedicati alla “casa passiva” per presentare un insieme di prodotti pensato per rispondere alle esigenze di prestazioni e qualità superiore necessarie per le installazioni in edifici di questo tipo.
I prodotti di Zanier si distinguono infatti per le elevate prestazioni ed un alto livello qualitativo nella loro costruzione. Proprio per queste caratteristiche si prestano naturalmente ad installazioni in contesti in cui questi fattori vengono particolarmente apprezzati. Grazie alle sue qualità ed il valore intrinseco il legno costituisce il materiale per eccellenza in questi ambiti e non dovrebbe temere il confronto con prodotti nemmeno lontanamente comparabili come PVC e alluminio.
In contesti in cui sono importanti anche le qualità estetiche ed il valore intrinseco del prodotto, i serramenti in legno mantengono un ruolo da protagonisti.

In particolare Zanier propone un nuovissimo serramento con caratteristiche prestazionali di assoluta superiorità, un sistema costruito con un profilo “composito” in legno-sughero con sezione finita 112 mm. Un sistema di serramenti fornito in affiancamento al sistema di installazione a monoblocco MInt che assicura esecuzione della posa in maniera impeccabile e la finitura ideale dell’intero foro architettonico. infine l’offerta viene completata attraverso un sistema di portoncini d’ingresso con caratteristiche prestazionali allineate al serramento e realizzato con un sandwich ad altissime prestazioni.

 

Alcuni link da consultare:

CasaA+ sostenibile

Casa passiva ambiente e sonvenienza (La Stampa)

Zanier serramenti. Monoblocco Integrale MInt

Per dare una risposta concreta ai sempre più elevati requisiti prestazionali richiesti oggi in edilizia, Zanier ha messo a punto questo prodotto che affronta la problematica di installazione impeccabile del serramento, senza scendere a compromessi. Per differenziarsi da una pletora di proposte similari che risolvono solo parzialmente questo complesso problema, Zanier ha messo a punto un vero e proprio “sistema tecnologico” che ha definito MInt: “monoblocco integrale”. Puoi vedere la pagina qui oppure sul nostro sito www.zanieronline.it/mint.html mint_0Tra i moltissimi aspetti presi in considerazione, non ultimo, il fattore economico, quindi la necessità di proporre un prezzo finale molto conveniente: quindi, una tecnologia che non teme confronti dal punto di vista delle prestazioni e dei valori aggiunti offerti, ma che riesce ad essere immessa nel mercato ad un prezzo assolutamente competitivo e vantaggioso per il cliente.

Uno degli obiettivi principali per MInt riguarda la corretta e ottimale installazione del serramento. Questa operazione viene enormemente facilitata dal suo utilizzo, così come il completamento di tutte le finiture di contorno del foro: raccordo con il cappotto ed il riverstimento interno, posa del davanzale, finitura della spalletta, installazione degli accessori come cassonetto isolato, zanzariera, sistema oscurante. Il risparmio economico che si ottiene utilizzando MInt e che rende ancor più conveniente il suo utilizzo riguarda proprio questi aspetti, senza contare che il livello di finitura è eccellente e di grande pregio. Dettagli di altissimo livello, tempi di posa drasticamente ridotti e nessuna necessita di specializzazioni o interventi di tecnici con tempistiche differenti.   monobloccomonoblocco-montaggio_1 monoblocco-montaggio_2                 MInt possiede anche delle notevoli doti strutturali e un fissaggio sicuro alla parete che gli consente di essere praticamente autoportante. L’isolamento è di alta qualita e adotta soluzioni di dettaglio praticamente impossibili da realizzare in cantiere. La fornitura comprende guaine, nastrature, guarnizioni ed espandenti, ognuno collocato in proprie sedi realizzate con precisione maniacale, e che costituiscono per precisione e specificità, anch’esse soluzioni generalmente impossibili da realizzare in opera.   monoblocco-dettagli_1 monoblocco-dettagli_0                 MInt è un vero e proprio sistema di installazione e non un semplice controtelaio a taglio termico. La composizione e le soluzioni di dettaglio vengono adattate su misura e progettate in base alle specifiche esigenze del cliente. Per i costruttori e le imprese vengono sviluppate soluzioni specifiche a seconda delle soluzioni di parete e serramenti adottate. Vengono praticamente realizzati dei modelli proprietari che possono essere proposte a loro volta ai clienti finali. Il fatto di essere gli sviluppatori e produttori del sistema garantisce, come serramentisti, un fattore di convenienza economica aggiuntivo. mint_2 Per ulteriori informazioni su MInt contattaci attraverso il nostro sito internet www.zanieronline.it

Zanier sistema produttivo, tecnologia e tradizione

zanier_finestre_caorlea

Nei precedenti POST abbiamo presentato la nostra azienda e poi rivolto degli approfondimenti sulle singole tipologie di prodotti che realizziamo. Quello che intendiamo con la nostra headline “Tecnologie per innovare la tradizione” riguarda il sistema produttivo: abbiamo trasformato un sistema di produzione per serramenti in legno, artigianale in un metodo altamente tecnologico con una gestione di tipo industriale in cui software, macchine completamente automatiche e avanzatissime procedure di controllo (sulla gestione e sulla qualità) permettono di ottenere un prodotto come se fosse realizzato a mano da un sapiente artigiano, ma ad un prezzo che lo rende competitivo con quelli industriali.
Il merito va ricondotto al sistema produttivo ad “elementi ad alta precisione” messo a punto da Zanier: un sistema sempre in continua evoluzione: per fare un esempio, gli ultimi aggiornamenti hanno visto l’implementazione di un sistema totalmente “trasparente agli operatori” che consente il rilevamento dei tempi di produzione tramite “badge”, e che aggiorna direttamente il database con cui vengono formulati i preventivi.

 

zanier_scuri
In questo articolo, riportiamo alcune considerazioni raccolte in rete relative ai punti di forza dei sistemi che implementiamo attraverso il nostro sistema con elementi ad alta precisione. Si tratta di opinioni reali e comunemente diffuse tra gli addetti ai lavori, ma che molti produttori industriali intendono nascondere perché non in grado di realizzarle. Alla fine sono gli aspetti che determinano, per il serramento in legno, il vero fattore di distinzione rispetto agli altri materiali e ciò che lo rende davvero unico e superiore, mentre gli altri cercano solo di imitarlo.

 

Si legge:

“Stiamo assistendo ad una rivalutazione del serramento in legno, come unico materiale da costruzione naturale e veramente ecologico, intramontabile per le sue proprietà meccaniche, isolanti e benefiche.
(…) l’unico che offre la possibilità di una verniciatura personalizzata in tinta e tonalità, come nel bicolore: esterno laccato, per esempio per vincoli condominiali o paesaggistici, ed interno in altro colore o tinta legno personalizzata.
L’importanza della corretta verniciatura (…), che sia realmente effettiva ai fini di durata, protezione e manutenzione.
(…)
Le innovative e più ecologiche vernici all’acqua, che non hanno più il vecchio problema dello sfogliamento con conseguente riverniciatura totale, aumentano notevolmente protezione e durata, scompare quasi del tutto la manutenzione, ridotta ad uno sporadico, leggero e velocissimo “fai da te” con un prodotto ritonificante specifico per il legno, operazione paragonabile ad una semplice pulizia, che se eseguita con una cadenza costante nell’ordine di ogni paio di anni, evita la riverniciatura.
(…)
La tradizionale e compatta esecuzione in “Aria 4″(…), e che offre maggior garanzia di sicurezza e tenuta del serramento, tecnologia ormai abbandonata dalla maggioranza dei fabbricanti per abbattere i costi.
(…)
La lavorazione in “Aria 4” impone di incassare gli “incontri di tenuta” dei nottolini di chiusura all’interno di rispettive sedi ricavate sulla battuta del telaio, quindi rimanendone posizionati a filo, permettendo il ridottissimo gioco di 4 mm tra battente e telaio che offre più tenuta e sicurezza al serramento.
Anziché la lavorazione in “Aria 13”, sistema decisamente più industriale ed economico, permette invece il posizionamento degli “incontri di tenuta” dei nottolini di chiusura sulla battuta del telaio, quindi sporgenti dalla stessa, obbligando a dare un gioco tra battente e telaio di 13 mm, ne consegue una evidente minor compattezza e tenuta del serramento stesso.
(…)”

Zanier_tenone

“La realizzazione degli angoli di anta e telaio con il tenone passante incollato. Un sistema sostituito da giunzioni a 45° o sovrapposizioni, se non addirittura con viti!!! Il tenone richiede una estrema precisione realizzativa per essere efficace, ma la resistenza meccanica che garantisce è impareggiabile così come la tenuta all’aria e all’acqua, che nel caso del tenone incollato è praticamente totale.
Per usare questo tipo di lavorazioni bisogna essere molto precisi sia per realizzarle sia per il fatto che anta e telaio devono coincidere perfettamente altrimenti, una volta incollata l’anta, non c’é più modo di correggerla e farla andare bene. Tutto ciò succede nel caso di produzioni industriali in legno, PVC e alluminio: dopo aver unito gli elementi dell’anta (e nella giunzione a 45° restano le fessure) si aggiusta la squadratura per far coincidere con il telaio!
(…)
E così ancora… Noi abbiamo racchiuso tutte queste caratteristiche appartenenti alla tradizione costruttiva del legno in un sistema di produzione industrializzato. Per farlo abbiamo dovuto sviluppare, negli anni, delle tecnologie apposite. Il risultato sono i nostri prodotti, la cui perfezione esecutiva, purtroppo, é difficilmente percepibile in rete.

 

zanier_facciata-legno-alluminio
Per ulteriori informazioni sull’azienda e il sistema di produzione per sistemi di serramenti in legno, portoncini d’ingresso e sistemi oscuranti… ad alta precisione, contattaci attraverso il nostro sito internet www.zanieronline.it

 

zanier_finestre_berlino

Zanier serramenti… Portoncini d’ingresso

Sistemi di finestre, sistemi oscuranti e portoncini d’ingresso sono i tre prodotti che da sempre Zanier produce interamente secondo il sitema produttivo con elementi ad alta precisione da lui stesso messo a punto. Gli apprezzamenti da parte di una vasta clientela soddisfatta e decenni di installazioni, prima di tutto, hanno confermato la validità dei prodotti. Dopo aver descritto più dettagliatamente le due tipologie, questa volta ci soffermeremo sui portoncini d’ingresso, un vero fiore all’occhiello per l’azienda.

portoncino_vista

 

Portoncini d’ingresso
I portoncini d’ingresso vengono realizzati completamente internamente all’azienda, in base alla tipologia di serramenti installati viene stabilito lo spessore, in modo che le caratteristiche prestazionali siano allineate con il resto dei sistemi di chiusura installati. Pertanto lo spessore dei portoncini è di 70mm oppure 82mm in base alla serie di serramenti che viene installata: F4/F4-LA oppure F8/F8-LA (vedi prodotti).
Il portoncino viene costruito intorno ad una robusta intelaiatura in legno realizzata con profili da 140mm giuntati a tenone negli angoli e su cui vengono praticate le lavorazioni. in particolare il montante in cui viene inserita la serratura contiene due robusti piatti metallici che ne assicurano una perfetta stabilità. Il portoncino viene chiuso nelle specchiature con pannelli sandwich ad alto potere isolante termico e acustico formati da pannelli in legno massiccio nelle parti esterne (no multistrato) e isolante internamente.
I prodotti sono suddivisi in due serie in base alle caratteristiche estetiche del prodotto finale: la serie 5 ha linee moderne ed essenziali, la serie 6 grazie soprattutto all’utilizzo di cornici più lavorate ha forme rustiche e più tradizionali.

 

  portoncino_serie5     portoncino_serie6

 

portoncino_dettaglio  portoncino_dettaglio_deco  portoncino_dettaglio_corn  portoncino_col

 

Personalizzazione

Una caratteristica essenziale voluta da Zanier per questo tipo di prodotti riguarda la elevata possibilità di personalizzazione che può arrivare fino alla completa progettazione estetica dell’intero portoncino. L’azienda dispone di un ampio catalogo di disegni relativi a portoncini già realizzati da cui il cliente può scegliere o decidere di utilizzare come base per la personalizzazione della porta di ingresso della propria casa. Larga libertà è lasciata anche ai progettisti. Questa riguarda la composizione delle superfici, l’utilizzo di varie tipologie di vetri, l’uso di materiali come legno, alluminio e metallo per realizzare la superficie, una infinita scelta di colorazioni e tinte per il legno, le maniglie.
Viene dato rilievo a questo aspetto perché si riconosce una importante funzione anche di carattere simbolico e rappresentativo per questo tipo di prodotto, che concorre enormemente a dare personalità alla casa.

Cura del prodotto

La realizzazione del prodotto avviene con la massima cura, oltre alle consuete attenzioni riservate a tutti i prodotti, nel caso dei portoncini questa arriva a determinare la selezione e l’accostamento delle singole tavole che formeranno la superficie. Particolare attenzione viene data alla verniciatura del legno in quanto rappresenta un aspetto soggetto a particolari usure in questi prodotti.

Sicurezza

Altro aspetto importante riguarda la sicurezza. non si tratta di portoncini blindati, ma le caratteristiche di robustezza intrinseche insieme al sistema di chiusura adottato permettono il raggiungimento di standard molto elevati. In particolare è possibile aumentare il livello di sicurezza offerto dal sistema Secury-Base optando per l’installazione del più performante Secury-Plus (vedi sistemi di chiusura).

 

 

portoncino
Altre informazioni e dettagli, in particolare sul sistema produttivo con elementi ad alta precisione, li potete trovare sul nostro sito www.zanieronline.it oppure richiedendo informazioni a info@zanieronline.it oppure tramite l’apposito modulo di contatto.

Zanier serramenti… Sistemi oscuranti

Anche i sistemi oscuranti vengono realizzati seguendo il ciclo produttivo ad alta precisione. Le tipologie disponibili si differenziano proprio per il sistema costruttivo utilizzato e rappresentano dei sistemi oscuranti in legno sostanzialmente diversi. Oggi la maggior parte dei serramentisti industriali realizzano gli scuri con pannelli in multistrato marino sui quali ricavano attraverso lavorazioni automatiche i disegni superficiali che si desiderano. Il trattamento di finitura completamente opaca nasconde il materiale e lo rende completamente anonimo, la resistenza nel tempo del prodotto è affidata unicamente al trattamento di verniciatura. la soluzione in multistrato è sicuramente economica, ma dal punto di vista qualitativo risulta essere in assoluto la più scadente, senza considerare la precarietà dei punti deboli costituiti da bordi e punti di escavo in cui vengono praticate le lavorazioni.

Scuri serie S5

Sistemi oscuranti in legno
Zanier realizza i diversi sistemi di oscuranti seguendo delle precise regole costruttive consolidate nel tempo e dalla tradizione. Gli specifici accorgimenti adottati e accuratamente introdotti con la progettazione e rispettati durante la lavorazione, sono rivolti a garantire resistenza e durata nel tempo. Ogni tipologia di prodotto prevede delle soluzioni particolari e specifiche (vedi prodotti).
I sistemi con specchiature ed a doghe orizzontali, per esempio, sono costruiti attraverso un robusto telaio portante con angoli giuntati a tenone, questi costituiscono il supporto per i tamponamenti, a loro volta composti da pannelli lavorati oppure doghe orizzontali incastrate. In enrambi i casi, la giuntura delle doghe tra loro e di queste, o del pannello, con il telaio, è costituito da incastri in lughezza che sono riparati e favoriscono il deflusso dell’acqua impedendo il ristagno dell’umidità.
Negli oscuranti a doghe verticali, che per loro conformazione permettono all’acqua di scorrere verticalmente e rimanere asciutti, queste vengono tenute insieme a formare l’anta dello scuro, attraverso elementi orizzontali in larice interni alle doghe e saldamente incastrati ad esse.
Esistono anche soluzioni più particolari come gli scuri a doghe aperte mobili (persiana) riconducibile alle tipologie a telaio, e sistemi oscuranti detti “a scandola” che rappresentano la tipologia di prodotto più tradizionale e rustica.

sistemi oscuranti zanier serramenti in legno
Le differenze

Gli oscuranti sono un prodotto particolarmente soggetto a sollecitazioni e per cui la durata nel tempo costituisce l’aspetto più critico. Non è assolutamente vero, si tratta della normale propaganda commerciale, che le soluzioni in legno non sono proponibili. Esistono portoncini e scuri in legno con centinaia di anni e ancora validi: si tratta esclusivamente di metodologie costruttive. Oggi, le elevate prestazioni assicurate dai trattamenti protettivi aggiungono una garanzia di durata nel tempo del tutto inalterata (anche senza invecchiamento) e senza manutenzione.

Sicuramente gli oscuranti in multistrato rappresentano il livello qualitativo più basso, inferiore anche al peggior oscurante in legno! In questi l’unico fattore di resistenza è dato dal trattamento protettivo, che se è fatto male rende il prodotto completamente vulnerabile.
Il sistema costruttivo adeguato invece rappresenta il motivo di durata del prodotto, la protezione di verniciatura fatta correttamente ne garantisce il mantenimento e la possibilità di manutenzione.

 

Scuri_S2

 

Per ulteriori informazioni e dettagli consulta il nostro sito www.zanieronline.it oppure contattaci attraverso la nostra mail info@zanieronline.it o utilizzando l’apposito il modulo di contatto.

Zanier serramenti in legno… Le Finestre

Abbiamo presentato il sistema produttivo implementato da Zanier, ottimizzato per consentire di ottenere un prodotto di qualità superiore a prezzi economicamente convenienti secondo un ciclo produttivo altamente industrializzato.
Iniziamo ora ad analizzare la gamma di prodotti dell’azienda, a partire ovviamente dalle finestre. Rispetto ad altri produttori di soli sistemi di serramenti, Zanier si occupa anche della produzione di sistemi oscuranti e di portoncini d’ingresso. Questi prodotti, sempre realizzati con sistema ad alta precisione, possiedono caratteristiche specifiche che li rendono abbastanza singolari nel panorama dei produttori industriali.

f4

Le Finestre

I sistemi di serramenti prodotti da Zanier sono realizzati con profili in legno lamellare di Abete Rosso oppure di Llarice. Lo spessore dei profili è di 70mm per la serie F4 oppure di 82mm per la serie F8, che si differenzia per lo spessore maggiore della lamella centrale. Entrambi gli spessori vengono sviluppati anche con profilo Legno-Alluminio per un totale di 4 sistemi di serramenti: F4, F4LA, F8 e F8LA (vedi prodotti).

Il sistema di serramenti F4 è il primo messo a punto da Zanier e quello in cui il procedimento produttivo ad Alta Precisione è stato subito perfezionato. Grazie agli accorgimenti adottati per la realizzazione del serramento, ed in particolare alla robustezza e tenuta degli angoli a tenone, della doppia sigillatura, delle chiusure ad incasso: questi serramenti hanno dimostrato subito delle caratteristiche tecniche e prestazionali di tutto rispetto. in particolare la tenuta all’aria si è dimostrata superlativa.
Al tempo in cui questo sistema di serramenti è stato completamente sviluppato, fine anni Ottanta (oltre 25 anni fa), il sistema delle prove e certificazioni dei serramenti non era per nulla sviluppato in Italia. Solo la Germania disponeva di un insieme di normative di riferimento e di istituti di prova per questo tipo di prodotti.
Per dimostrare la validità del proprio prodotto, nel 1994 Zanier ha dovuto rivolgersi al prestigioso istituto IFT (Istituto per la tecnologia dei serramenti) di Rosenheim per ottenere dei certificati che dimostrassero le prestazioni superlative per un serramento da 70mm.
Per questo motivo e per il fatto che sia stato il primo sistema prodotto, abbiamo voluto definire la serie F3/F4 come “il primo della classe”!

Successivamente, secondo gli stessi principi costruttivi, sono stati sviluppati gli altri sistemi di serramenti. Il profilo da 82mm è stato adottato per meglio contenere i pannelli thermopan a doppia camera e ottenere una prestazione termica superiore per le nuove esigenze espresse dal mercato.
I sistemi Legno-Alluminio sono stati sviluppati sempre in base alle esigenze di mercato di avere questa soluzione tecnologica in cui il rivestimento in alluminio svolge prevalentemente la funzione estetica e protettiva del legno rendendo il serramento praticamente “eterno”.

f8la
I serramenti vengono realizzati su misura secondo forme e dimensioni desiderate dal cliente. Le varianti riguardano le tinte, eventuale laccatura e un insieme di accessori che contribuiscono a definire l’estetica del prodotto. In particolare c’é la possibilità di intervenire su un insieme di dettagli e finiture superficiali che ne caratterizzano l’aspetto rustico (superficie spazzolata, trattamento protettivo ad olio, coprifilo in legno, inglesine, tipologia di maniglie).
Da notare poi la possibilità di installare il coprifilo protettivo in alluminio nella parte esterna del vetro. Questo particolare in uso specialmente nei paesi nordici rappresenta una forma di protezione particolarmente importante in quanto protegge il punto più delicato del serramento e più importante per la trasmissione termica.

Sezione F8LA

Leggi ulteriori informazioni sul nostro sito e nelle pagine dedicate su www.zanieronline.it

Zanier serramenti… il miglior rapporto qualità/prezzo, verificato!

Con i POST delle precedenti settimane abbiamo analizzato nel dettaglio gli aspetti che rendono particolare il sistema produttivo per serramenti messo a punto da Zanier. Si tratta di un insieme di procedure relative alla scelta dei materiali, la produzione del profilo, i sistemi di produzione CNC, progetto dei prodotti e l’intero ciclo di verniciatura.

Altre informazioni sul nostro sito www.zanieronline.it

Serramenti in legno - Angolo serie F8
Il risultato sono serramenti con caratteristiche difficilmente reperibili in prodotti di tipo industriale. Le industrie, in genere, adottano sistemi semplificati e spesso imposti dagli stessi fornitori, dei profili o della ferramenta. Il motivo riguarda l’economicità del prodotto e la possibilità di realizzare grandi numeri; perciò solitamente non viene data importanza a certi particolari proprio perché incapaci di risolverli adeguatamente in maniera economica. In realtà si tratta di aspetti non secondari, ma di notevole importanza perché compromettono il risultato finale e le prestazioni complessive del prodotto. Così capita, per esempio, che i produttori industriali utilizzino tre o più guarnizioni per ottenere i risultati di tenuta, in quanto l’imprecisione rende insufficiente una sola guarnizione.
E’ paradossale che proprio nel momento in cui progettisti e clienti sono più attenti che mai ad aspetti tecnologici e prestazionali dei serramenti, venga perpetrato l’uso di questi sistemi e si cerchi di giustificarne la qualità.

Bisogna affrontare però anche un aspetto rilevante nella scelta dei serramenti: qesti costituiscono un investimento economicamente importante nella spesa complessiva per la realizzazione di un edificio. Aldilà dell’ottimizzazione delle prestazioni e l’alta qualità del prodotto, rimane importante anche l’aspetto economico e quindi, nello specifico: il rapporto qualità/prezzo.
Zanier, grazie ad un serrato controllo sui costi di produzione del proprio sistema industriale, riesce a mantenere il prezzo dei propri serramenti concorrenziale con quello degli altri produttori industriali. Il risultato è costituito da un rapporto qualità/prezzo del tutto eccezionale, in quanto il serramento ha caratteristiche tecniche e prestazioni che lo pongono alla pari della migliore produzione artigianale: ben più costosa!

Quindi proprio il prezzo risulta essere la vera arma e il punto di forza per questo prodotto. Dopo averne decantato le caratteristiche e la qualità elevata, vogliamo far presente che non si tratta di prodotti improponibili. Dimostrazione anche il fatto che l’attività svolta dalla ditta Zanier negli ultmini 30 anni è stata rivolta principlamente alle imprese di costruzioni, la maggior parte delle quali, notoriamente, sono disposte a chiudere un occhio sulla qualità a fronte di prezzi migliori.
Zanier si presenta inoltre come serramentista produttore di finestre, sistemi oscuranti e portoncini d’ingresso: in grado di soddisfare direttamente le molteplici necessità dei clienti senza dover ricorrere a prodotti acquistati esternamente.
Nei prossimi POST presenteremo tutta la gamma dei prodotti di Zanier Serramenti in legno – Tecnologie per innovare la tradizione Raveo UDINE. Sistemi di finestre, sistemi oscuranti e portoncini d’ingresso

zanier